0

Al FabLab Olivetti noi di SOCIAL- Società Cooperativa siamo convinti che è fortemente necessario innovare e soprattutto creare un nuovo modello economico. Per questo mettiamo a disposizione la nostra esperienza diretta (essendo aggiudicatari di due bandi) per affiancarti, sia prima che dopo, nella presentazione e realizzazione della tua idea imprenditoriale. Sono opportunità da non perdere! #restoalsud #socialcoop #fablabolivetti

Resto al Sud - Social Fablab Olivetti
Resto al Sud – Social Fablab Olivetti

Output prodotto nell’ambito del Modulo “La scuola…nella Rete”. Attività afferente al progetto “Non uno di meno”, Programma SCUOLA VIVA FSE 2014/2020, Regione Campania, anno scolastico 2016/2017, ICS “Ragazzi D’Europa” Casalnuovo di Napoli, Codice Ufficio NAP212

0
PON Cittadinanza digitale
PON Cittadinanza digitale

Output prodotto nell’ambito del Modulo “La scuola…nella Rete”. Attività afferente al progetto “Non uno di meno”, Programma SCUOLA VIVA FSE 2014/2020, Regione Campania, anno scolastico 2016/2017, ICS “Ragazzi D’Europa” Casalnuovo di Napoli, Codice Ufficio NAP212

In estate si imparano le STEM. Pubblicato il bando per le scuole relativo ai campi estivi di scienze, matematica, informatica e coding

0
STEM
SOCIAL COOP per STEM
SOCIAL COOP per STEM
In estate si imparano le STEM. Prorogato al 28 febbraio 2017 il bando per le scuole relativo ai campi estivi di scienze, matematica, informatica e coding.

C’è tempo sino al 28 Febbraio 2017 per aderire al bando relativo ai campi estivi  con l’obbiettivo di promuovere la cultura scientifica tra le studentesse e gli studenti delle scuole primarie e secondarie di primo grado.

Il Dipartimento per le pari opportunità della Presidenza del Consiglio che ha stanziato 1 milione di euro per l’attuazione dell’iniziativa “IN ESTATE SI IMPARANO LE STEM – Campi estivi di scienze, matematica, informatica e coding” ha esteso di un mese  i tempi per la partecipazione all’iniziativa,  in considerazione delle condizioni climatiche avverse che hanno visto la chiusura di numerosi istituti scolastici nel mese di gennaio. Con l’ estensione temporale del bando è stato anche corretto un errore materiale contenuto nell’articolo 8 del bando,.

L’iniziativa  prevede il finanziamento di progetti per la realizzazione di percorsi di approfondimento in materie scientifiche (matematica, cultura scientifica e tecnologica, informatica e coding) da svolgersi nel periodo estivo rivolti prevalentemente alle studentesse, ma anche a studenti, delle scuole elementari e medie (primarie e secondarie di primo grado).

Il bando, tenuto conto che i destinatari sono le istituzioni scolastiche primarie e secondarie di primo e secondo grado, è disponibile, di intesa con il Ministero dell’Istruzione dell’Università e della Ricerca, sulla piattaforma telematica www.monitor440scuola.it.

I soggetti che possono candidarsi a partecipare al bando per l’erogazione dei percorsi di approfondimento, sono, oltre alle scuole primarie e secondarie di primo grado (i cui studenti sono i beneficiari dei progetti), le istituzioni scolastiche di secondo grado, anche in collaborazione con Università e con enti pubblici e privati, associazioni, imprese e fondazioni che abbiano maturato esperienze e competenze specifiche nelle materie di riferimento.

Alla base dell’iniziativa è l’esigenza, da un lato, di superare gli stereotipi e i pregiudizi che alimentano il gap di conoscenze tra le studentesse e gli studenti rispetto alle materie STEM, nell’ambito del percorso di studi nonché nelle scelte di orientamento e professionali, e dall’altro di favorire la conciliazione dei tempi di vita e di lavoro, incentivando le istituzioni scolastiche a tener aperti i propri locali per iniziative formative almeno per due settimane durante il periodo estivo, il periodo, cioè,  in cui i genitori hanno maggiori difficoltà nella conciliazione dei tempi di vita e di lavoro.

Per agevolare l’attivazione di percorsi in collaborazione tra le scuole e gli altri soggetti con competenze nelle materie STEM (Science, Technology, Engineering, Maths), lo scorso 10 novembre il Dipartimento per le pari opportunità ha pubblicato un avviso di manifestazione di interesse per la costituzione di un elenco, al quale hanno aderito enti pubblici e privati – comprese Università, enti di ricerca, associazioni, imprese e fondazioni – interessati a collaborare sulle iniziative per la promozione delle pari opportunità nelle materie STEM a cui si può far riferimento.

SOCIAL e Fondazione “Con i Bambini”: l’area atellana riparte con la partecipazione al bando per un milione di euro di 35 soggetti

0
SOCIAL partecipa al bando Conibambini
SOCIAL partecipa al bando Conibambini
SOCIAL partecipa al bando Conibambini
SOCIAL partecipa al bando Conibambini

Ci si salva e si va avanti tutti insieme e non uno per uno“. Ancora una volta SOCIAL – Società Cooeprativa e il fermento culturale dei paesi Atellani (Succivo, Sant’Arpino, Orta e Carinaro in questo caso) dimostrano quanto sia vera questa citazione. Il 16 Gennaio 35 soggetti, pubblici e privati, hanno partecipato e inviato il progetto della Fondazione Con i Bambini e chiesto un finanziamento di quasi un milione di euro per realizzare 4 ludoteche, 4 laboratori di trasformazione, ripristinare gli asili nido e finanziare una serie di eventi sportivi, attività socio assistenziali culturali, il tutto contornato dal giusto grado di innovazione grazie alle nuove strumentazioni impiegate.

Il progetto presentato alla fondazione “conibambini” nasce soprattuto dalla constatazione della necessità, oggi diffusa trasversalmente nella società, di uno spazio, al contempo fisico e metafisico, alternativo per le famiglie e i minori, funzionale alla prevenzione e/o alla condivisioni di taluni disturbi comportamentali o disagi sociali. Tale spazio dovra dunque da un lato consentire ai destinatari di usufruire gratuitamente di un supporto psicologico guidato da esperti del settore, e dall’altro di sperimentare nuove forme di condivisione, nonchè attività ludiche che favoriscano la piena e costruttiva integrazione del minore nella società e inoltre una produttiva interazione tra genitori-figli con disagi nelle sue forme più variegate e tipiche della società contemporanea.
Il progetto sarà articolato in diverse fasi tutte volte essenzialmente a sostenere, sviluppare e potenziare le risorse positive presenti in ogni nucleo familiare, necessarie per un’approccio costruttivo e risolutivo rispetto a tutte le problematiche connesse direttamente o indirettamente ai disagi dei minori. Attraverso una sapiente e studiata alternanza di input e attività mirate, grazie soprattutto all’apporto delle nuove tecnologie (di cui si usufruirà sia in un’ottica terapeutica che funzionale alle esigenze di minori nati in una società ormai in tutto e per tutto digitale), dei principi basilari della psicologia clinica e di alcune specifiche tecniche di animazione e di intrattenimento, si intende proporre percorsi di sostegno, individuali e di gruppo, funzionali a una risoluzione armonica di precise e diffuse dinamiche familiari e di altrettanto precisi e diffusi disturbi comportamentali minorili.
Nel momento in cui, infatti i genitori, percepiscono il manifestarsi nei figli di problematiche di tipo fisico, psicologico o sociale vivono un vero e proprio senso di smarrimento, di impotenza e di perdita, soprattuto a fronte di un territorio carente in servizi, strutture e attività adeguate rispetto a tali problematiche. Dagli studi clinici emerge che nella stragrande maggioranza dei casi ciò che essi realmente hanno perso non è altro che l’immagine idealizzata del “figlio perfetto”, a partire da questo vissuto è necessario allora che i genitori, attraverso uno strumento prezioso come il counseling psicologico, acquisiscano consapevolezza e riescano ad esprimere la rabbia e il senso di colpa dovuto, spesso, alla percezione di essere causa prima dei disagi dei figli.
All’approccio individuale seguirà, inoltre, una fase rivolta principalmente ai genitori e dedicata a esperienze di gruppo. Quest’utlime si configureranno come un’opportunità per affrontare realmente i problemi attraverso la riflessione collettiva, il confronto, la condivisone delle esperienze e l’acquisizione di nuovi efficaci strumenti fornita dagli esperti del settore.

Di seguito i partner del progetto presentato con il bando conibambini:
ISTITUTO COMPRENSIVO S.ARPINO (Capofila)
ISTITUTO COMPRENSIVO SUCCIVO
ISTITUTO COMPRENSIVO ORTA
ISTITUTO COMPRENSIVO CARINARO”
Comune di Succivo
Comune Di Sant’arpino
Cooperativa Sociale G.E.R.M.A.N
Cooperativa Sociale Cantiere Giovani
Cooperativa Sociale EleuThera
Cooperativa Sociale Social – Società Cooperativa
Cooperativa Sociale MED LIFE
Tai Shin Kai
ASD Kitri’s Ballet
HIDROS VOLLEY
Sporting Atellana
A.S.D. Basket Succivo
LiberaMente Onda
La Giovane Voce
ArteNova
Pro Loco Succivo
Città Visibile – Orta di Atella
ArtiSticàMente
Spaccio Culturale Arci Succivo
LEGAMBIENTE Geofilo Asso
Un-Cavallo Per-Amico Succivo
CASA DELLA VITA
AISA
EUFRASIA
SLOW FOOD
POLO UNIVERSITARIO IRSAF
VOLTFORM
KromLabòro FabLab
Social
APS COMUNICA SOCIALE
Archeoclub Atella

Ora non ci resta che incrociare le dita 🙂 Nel frattempo complimenti a tutti. Questa è la strada da seguire. La nostra forza è l’unità. nell’unità, al di là delle differenze, possiamo ricostruire un mondo migliore.

Erogazione di voucher per Lavoro Occasionale Accessorio (L.O.A.): dal 22 Novembre è possibile partecipare all’avviso

0
SOCIAL - Bandi Regione Campania
SOCIAL - Bandi Regione Campania
SOCIAL: Sezione Lavoro
SOCIAL: Sezione Lavoro

La Direzione Generale per il Lavoro, su indicazione dell’assessore regionale competente, ha approvato, con decreto dirigenziale n. 439 del 4/11/2016 l’Avviso Pubblico denominato “Interventi rivolti agli enti pubblici per l’erogazione di voucher buoni lavoro – Lavoro Occasionale Accessorio (L.O.A.)”.

I destinatari dell’azione sono i lavoratori ex percettori di ammortizzatori sociali che attualmente non percepiscono alcuna indennità di disoccupazione e/o di altro sostegno al reddito.

L’intervento riveste una duplice finalità: oltre a sostenere soggetti in situazioni di disagio economico dipendenti dalla crisi occupazionale, permette agli enti pubblici di impiegare temporaneamente sul territorio regionale risorse lavoro altrimenti inattive, in lavori occasionali di pubblica utilità che non determinano aspettative di accesso agevolato nella pubblica amministrazione, attivabili con procedure semplificate di affidamento nel rispetto dei vincoli previsti dalla normativa vigente in materia .

Si rammenta che la procedura sarà condotta a sportello, vale a dire che le relative istruttorie saranno effettuate nell’ordine di presentazione dei progetti e fino ad esaurimento delle risorse.

Nella sezione download puoi trovare l’Avviso pubblico e il modello di domanda di partecipazione.

Hai bisogno di aiuto per partecipare al bando? Contattaci!

PON 2014-2020: Cittadinanza e Creatività Digitale

0
PON Cittadinanza digitale
PON Cittadinanza digitale
Fablab Olivetti PON Cittadinanza e cretività digitale
Fablab Olivetti PON Cittadinanza e cretività digitale

Social Instagram

SfogliaAtella Lab