Monitoraggio ambientale Succivo
Monitoraggio ambientale Succivo

In data 31/03/2017 è stata approvata in Giunta Comunale di Succivo la proposta del Fablab Olivetti sul monitoraggio ambientale aereo e sull’utilizzo delle nuove tecnologie per realizzare una rete intelligente per contrastare sversamente illegale di rifiuti e roghi tossici.

Di seguito il protocollo e a breve una descrizione completa del progetto.

Qui è possibile scaricare la Delibera di Giunta

Oggetto: Proposta di sperimentazione a titolo gratuito del progetto della mappatura e del controllo della periferia di Succivo per la problematica della terra dei fuochi

Il Sottoscritto Giovanni Tuberosa, Presidente della Social – Società Cooperativa Sociale che opera sul territorio di Succivo attraverso le attività culturali e di ricerca di SfogliaAtella Lab e Fablab Olivetti con sede in Corso Atella, come proposto nell’assemblea del 4 Marzo 2017 denominata “Proposte per la Terra dei Fuochi” e rivolta alle attività e associazioni del territorio aderisce all’iniziativa e richiede di poter sperimentare il nostro progetto di mappatura e monitoraggio successivamente descritto.
La sperimentazione effettuata sarà condotta a titolo gratuito grazie alle strumentazioni del nostro laboratorio e consiste nell’utilizzo di un drone professionale Phantom4 della DJI da far sorvolare periodicamente su tutta la periferia succivese in modo da produrre delle riprese in qualità 4K dell’intera periferia e tracciare una cronistoria sugli sversamenti illeciti effettuati sul territorio. Grazie alle nuove tecnologie è possibile monitorare in tempo reale e in modo automatico l’intera periferia di Succivo semplicemente facendo sorvolare il drone ad un’altezza di 100 metri in modo da poter visionare anche zone difficilmente accessibili tramite auto. L’intento è duplice e cioè scoraggiare eventuali criminali ambientali incentivando un nuovo modo di videosorvegliare il territorio e tracciare una scaletta temporale degli versamenti da trasmettere alle autorità competenti in modo da permettere di studiare la tempistica di abbandono dei rifiuti e la loro tipologia e mettere in condizioni le autorità competenti di attuare le strategie migliori per contrastare e debellare questo triste fenomeno. Il progetto inoltre consiste in una seconda fase di sperimentazione di una rete intelligente di sensori che andrebbero a monitorare le zone sensibili individuate in modo che l’autorità competente sia avvisata in tempo reale di eventuali sversamenti e roghi.
In caso di parere positivo dell’Ente è richiesto un tavolo istituzionale in cui si può concordare con gli operatori impiegati nella proposta le azioni da intraprendere per iniziare la sperimentazione e i dati necessari per la realizzazione della suddetta.
Infine il Drone sarà pilotato a vista e fatto sorvolare su terreni agricoli e centri non urbani e abitati per garantire la sicurezza di cose e persone.
Inoltre si richiede l’autorizzazione di poter utilizzare il materiale prodotto e poter pubblicizzare e documentare la sperimentazione grazie alla nostra testata registrata al Tribunale di Napoli e denominata SOCIAL, attiva sul sito www.socialperiodico.it. Divulgare le attività svolte avranno la doppia utilità nel scoraggiare in anticipo eventuali intenzioni di sversamento e di pubblicizzare il primo progetto di monitoraggio ambientale condotto in Campania in cui la città e il Comune di Succivo potrebbe svolgere ruolo di protagonista in una battaglia che interessa tutti i cittadini. In attesa di un riscontro positivo ringraziamo per l’opportunità offerta e porgiamo cordiali saluti all’Ente.